Val dei Forni

Natura e Paesaggi, Fotografie e descrizioni
cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Val dei Forni

Messaggio da cinzia » ven 3 ago 2007, 18:03

Una delle più belle zone del PN dell Stelvio è senza dubbio la val dei Forni e le sue laterali, circondate da imponenti cime che sfiorano i 4000 metri.
Nel territorio del Parco la diversità degli ambienti geologici è importante e questo giustifica una notevole varietà floricola, in questa zona ci sono prevalentemente rocce metamorfiche.
Qui siamo già a metà valle, quando la vista comincia aprirsi verso l'imponente sistema glaciale dei Forni e il Pizzo di Tresero, la più occidentale dell tredici cime che contornano questo ghiacciaio.
Allegati
Forni01.JPG

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 3 ago 2007, 18:04

dovrebbe essere la Punta di San Matteo
Allegati
Forni02.JPG

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 3 ago 2007, 18:07

La parte bassa della valle è ovviamente più verde, si vedono le cime che contornano Santa Caterina Valfurva
Allegati
Forni03.JPG

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 3 ago 2007, 18:08

Continuando a salire la vista si allarga sui Forni
Allegati
Forni04.JPG

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 3 ago 2007, 18:12

In alto la valle dei Forni orientata verso estsi divide in due rami, uno più breve gira a sud verso il ghiaccio dei Forni, l'altro ramo che punta a nord e prende il nome di val Cedec.
Nella foto malga Forni in basso e sempre la zona meridionale della valle
Allegati
Forni05.JPG

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 3 ago 2007, 18:12

Idem
Allegati
Forni06.JPG

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 3 ago 2007, 18:13

Non ci sta in una foto soltanto
Allegati
Forni07.JPG

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 3 ago 2007, 18:19

La val Cedec è ampia grazie alla sua origine glaciale ed è contornata da due cime importantissime, qui svetta la parete meridionale del Gran Zebrù che supera i 3800 metri di quota, i colori delle rocce, cambiano, appaiono altre rocce rossastre, più a nord, coperto, si trova l'Ortles, massima cima del gruppo, qui le rocce cambiano, trovandosi ora le rocce metamoriche, ora cacalri dolomitici con i loro colore più chiaro.
A Passo Stelvio si trovano entrambe le morfologie, una per ogni versante del passo.
Allegati
Forni08.JPG

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 3 ago 2007, 18:24

in alta valle a Passo Zebrù, 3010 metri lo sguardo spazia verso la val Zebrù, da dove verso nord si vede il versante settentrionale della Val Zebrù con le sue cime chiare per le rocce dolomitiche
Allegati
Forni09.JPG

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 3 ago 2007, 18:30

La val Zebrù è la sorella più settentrionale della valle dei Forni, le cime del suo versante meridionale sono scure rocce metamorfiche, mentre a nord ci sono appunto le rocce calcareo dolomitiche
Allegati
Forni10.JPG

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 3 ago 2007, 18:32

Sul lato orientale della val Cedec svetta l'importante mole del Cevedale con i suoi 3769 metri, spicca nella foto la lingua della vedretta di Cedec
Allegati
Forni11.JPG

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 3 ago 2007, 18:35

Il Gran Zebrù sembra meno imponente dal passo omonimo, coperto com'è dalle ben più piccoe ma vicine Pale rosse. Sull'altro versante la sua grandiosa parete nord, riservata agli alpinisti di qualità
Allegati
Forni12.JPG

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 3 ago 2007, 18:38

La cresta che origina a passo Zebrù e che costituisce le cime dei Forni, fino al monte Confinale, separando la Val dei Forni dalla Val Zebrù è costellata di opere militari della Grande Guerra, qui si vedono resti di trincee con sullo sfondo il ghiacciaio dei Forni
Allegati
Forni13.JPG

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 3 ago 2007, 18:38

Da quassù la sua notevole estensione si apprezza benissimo
Allegati
Forni14.JPG

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 3 ago 2007, 18:39

Ci vogliono due scatti per coprirlo tutto, o un grandangolo molto spinto
Allegati
Forni15.JPG

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 3 ago 2007, 18:40

L'ampia sella del passo Zebrù, da una delle cime di cresta, le striscie scure sono rotoli di filo spinato, resti della guerra
Allegati
Forni16.JPG

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 3 ago 2007, 18:41

eccoli
Allegati
Forni17.JPG

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 3 ago 2007, 18:42

In questi ambienti si trovano ancora fiori, come i Ranuncoli glaciali, Cerastium, Androsace.

Le cime dei Forni verso il Momte Confinale
Allegati
Forni18.JPG

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 3 ago 2007, 18:44

Il Cevedale. Confrontando le foto storiche della Vedretta di Cedec, esposte al rifugio Pizzini è possibile capire quanto si sia ridotto il ghiacciaio negli ultimi 30 anni
Allegati
Forni19.JPG

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 3 ago 2007, 18:45

Il mio cuore da alpinista mi porta sempre a guardare il Gran Zebrù
Allegati
Forni20.JPG

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 3 ago 2007, 18:45

Ancora la val Zebrù, che scende verso il paese di Valfurva e verso Bormio
Allegati
Forni21.JPG

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 3 ago 2007, 18:46

Gurdando lontano verso Ovest
Allegati
Forni22.JPG

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 3 ago 2007, 18:48

Scendendo al rifugio Pizzini, posto proprio al centro dell'ampio circo glaciale della val Cedec un ultimo sguardo al Gran Zebrù
Allegati
Forni23.JPG

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 3 ago 2007, 18:49

Eccomi al rifugio, è ora di recuperare la bicicletta e tornare a casa
Allegati
Forni24.JPG

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 3 ago 2007, 18:59

Ora capite perchè non ho trovato funghi! :lol:

Cinzia

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4849
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Messaggio da Artù » dom 5 ago 2007, 17:35

Funghi no :( ma paesaggi stupendi si :applause:

enrico
Messaggi: 85
Iscritto il: gio 25 ott 2007, 19:45
Cognome: Bizio
Nome: Enrico
Provenienza: VE
Località: VE

Messaggio da enrico » gio 29 nov 2007, 23:03

Anche i tuoi paesaggi sono bellissimi.
Devo dire che in generale tutti voi fate delle ottime foto.
Però non si capisce, osservandole, perchè non si fossero funghi.
L'ambiente mi pare più che propizio, ma forse il 3 agosto era un po' troppo presto!

enrico

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » sab 1 dic 2007, 14:07

enrico ha scritto:Anche i tuoi paesaggi sono bellissimi.
Devo dire che in generale tutti voi fate delle ottime foto.
Però non si capisce, osservandole, perchè non si fossero funghi.
L'ambiente mi pare più che propizio, ma forse il 3 agosto era un po' troppo presto!

enrico
Durante quella settimana a spasso per tutta l'area di Bormio ho visto in realtà pochi funghi, anche in ambiente boschivo, se ricordo bene era stato abbastanza secco. Inoltre eravamo intorno al 20-25 Luglio, probabilmente presto per i funghi.
Senza contare che il periodo a cavallo tra la metà di Luglio e Agosto è ottimo per le fioriture in quota, la mia attenzione era quindi particolarmente attratta dalla flora, ma avendo osservato da vicino diverse aree di microselva in cerca di piante, in particolare delle androsace, non ho notato alcun fungo.

Cinzia

Agaricus
Esperto
Messaggi: 2122
Iscritto il: dom 6 mag 2007, 21:02
Cognome: Carassai
Nome: Ennio
Provenienza: Macerata
Località: Macerata
Contatta:

Re: Val dei Forni

Messaggio da Agaricus » lun 22 set 2008, 17:52

Ciao a Cinzia e agli altri amici,
rivedendo a ritroso questo post, aggiungo alcune foto "storiche" luglio 1982, che ho scannerizzato dalle foto fatte a quel tempo, escursione al Cevedale con "salvezza" da una bufera di neve estiva al rifugio Mantova.
Certo quell'anno i ghiacciai si erano momentaneamente molto ritirati e ogni tanto i serracchi restituivano i corpi dei soldati della grande guerra, ma ora penso che la situazione sia ancora peggiore, purtoppo.
Mi ricordo che nel lago Careser (2600 m. slm) si riversava una lingua di ghiacciao, nel 2000 era scomparsa.
un saluto a tutti,
Ennio.
Allegati
P. Naz dello Stelvio, lug-82 - 5.jpg
P. Naz dello Stelvio, lug-82 - 5.jpg (187.2 KiB) Visto 3708 volte

Agaricus
Esperto
Messaggi: 2122
Iscritto il: dom 6 mag 2007, 21:02
Cognome: Carassai
Nome: Ennio
Provenienza: Macerata
Località: Macerata
Contatta:

Re: Val dei Forni

Messaggio da Agaricus » lun 22 set 2008, 17:53

altre immagini
Allegati
P. Naz. dello Stelvio , Lug-82 -11.jpg
P. Naz. dello Stelvio , Lug-82 -11.jpg (187.07 KiB) Visto 3707 volte

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti