Russula laeta Moller & Jul.Schaff.

Russulaceae: Lactarius, Russula
stegiampi
Senior
Messaggi: 3580
Iscritto il: sab 1 dic 2007, 18:58
Cognome: Stefani
Nome: Giampietro
Provenienza: Italia

Re: Russula laeta Moller & Jul.Schaff.

Messaggio da stegiampi » gio 2 set 2010, 15:11

Diversi dermatocistidi di forma cilindracea plurisettati con articolo terminale fusoide o allargato, sono incrostati.
Allegati
pileocistidi_incrostati_04.jpg
pileocistidi_incrostati_04.jpg (50.74 KiB) Visto 2783 volte

stegiampi
Senior
Messaggi: 3580
Iscritto il: sab 1 dic 2007, 18:58
Cognome: Stefani
Nome: Giampietro
Provenienza: Italia

Re: Russula laeta Moller & Jul.Schaff.

Messaggio da stegiampi » gio 2 set 2010, 15:11

Diversi dermatocistidi di forma cilindracea plurisettati con articolo terminale fusoide o allargato, sono incrostati.
Allegati
pileocistidi_incrostati_05.jpg
pileocistidi_incrostati_05.jpg (50.39 KiB) Visto 2783 volte

stegiampi
Senior
Messaggi: 3580
Iscritto il: sab 1 dic 2007, 18:58
Cognome: Stefani
Nome: Giampietro
Provenienza: Italia

Re: Russula laeta Moller & Jul.Schaff.

Messaggio da stegiampi » gio 2 set 2010, 15:12

Diversi dermatocistidi di forma cilindracea plurisettati con articolo terminale fusoide o allargato, sono incrostati.
Allegati
pileocistidi_incrostati_06.jpg
pileocistidi_incrostati_06.jpg (53.52 KiB) Visto 2783 volte

stegiampi
Senior
Messaggi: 3580
Iscritto il: sab 1 dic 2007, 18:58
Cognome: Stefani
Nome: Giampietro
Provenienza: Italia

Re: Russula laeta Moller & Jul.Schaff.

Messaggio da stegiampi » gio 2 set 2010, 15:12

Diversi dermatocistidi di forma cilindracea plurisettati con articolo terminale fusoide o allargato, sono incrostati.
Allegati
pileocistidi_incrostati_07.jpg
pileocistidi_incrostati_07.jpg (57.02 KiB) Visto 2783 volte

stegiampi
Senior
Messaggi: 3580
Iscritto il: sab 1 dic 2007, 18:58
Cognome: Stefani
Nome: Giampietro
Provenienza: Italia

Re: Russula laeta Moller & Jul.Schaff.

Messaggio da stegiampi » gio 2 set 2010, 15:16

I pileocistidi sono sensibili alla SV.
Allegati
pileo_SV_02.jpg
pileo_SV_02.jpg (53.25 KiB) Visto 2783 volte

stegiampi
Senior
Messaggi: 3580
Iscritto il: sab 1 dic 2007, 18:58
Cognome: Stefani
Nome: Giampietro
Provenienza: Italia

Re: Russula laeta Moller & Jul.Schaff.

Messaggio da stegiampi » gio 2 set 2010, 15:17

I pileocistidi sono sensibili alla SV.
Allegati
pileo_SV_04.jpg
pileo_SV_04.jpg (57.76 KiB) Visto 2783 volte

stegiampi
Senior
Messaggi: 3580
Iscritto il: sab 1 dic 2007, 18:58
Cognome: Stefani
Nome: Giampietro
Provenienza: Italia

Re: Russula laeta Moller & Jul.Schaff.

Messaggio da stegiampi » gio 2 set 2010, 15:17

I pileocistidi sono sensibili alla SV.
Allegati
pileo_SV_07.jpg
pileo_SV_07.jpg (58.04 KiB) Visto 2783 volte

stegiampi
Senior
Messaggi: 3580
Iscritto il: sab 1 dic 2007, 18:58
Cognome: Stefani
Nome: Giampietro
Provenienza: Italia

Re: Russula laeta Moller & Jul.Schaff.

Messaggio da stegiampi » gio 2 set 2010, 15:25

La struttura della pileipellis è filamentiforme con peli arrotondati stretti 2-3 µ, altri sono più massicci, settati ed alcuni con articolo terminale molto dilatato (anche 10 µ) .
Allegati
pileipellis_01.jpg
pileipellis_01.jpg (82.75 KiB) Visto 2783 volte

stegiampi
Senior
Messaggi: 3580
Iscritto il: sab 1 dic 2007, 18:58
Cognome: Stefani
Nome: Giampietro
Provenienza: Italia

Re: Russula laeta Moller & Jul.Schaff.

Messaggio da stegiampi » gio 2 set 2010, 15:25

La struttura della pileipellis è filamentiforme con peli arrotondati stretti 2-3 µ, altri sono più massicci, settati ed alcuni con articolo terminale molto dilatato (anche 10 µ) .
Allegati
pileipellis_02.jpg
pileipellis_02.jpg (90.27 KiB) Visto 2783 volte

stegiampi
Senior
Messaggi: 3580
Iscritto il: sab 1 dic 2007, 18:58
Cognome: Stefani
Nome: Giampietro
Provenienza: Italia

Re: Russula laeta Moller & Jul.Schaff.

Messaggio da stegiampi » gio 2 set 2010, 15:26

La struttura della pileipellis è filamentiforme con peli arrotondati stretti 2-3 µ, altri sono più massicci, settati ed alcuni con articolo terminale molto dilatato (anche 10 µ) .
Allegati
pileipellis_03.jpg
pileipellis_03.jpg (93.49 KiB) Visto 2783 volte

stegiampi
Senior
Messaggi: 3580
Iscritto il: sab 1 dic 2007, 18:58
Cognome: Stefani
Nome: Giampietro
Provenienza: Italia

Re: Russula laeta Moller & Jul.Schaff.

Messaggio da stegiampi » gio 2 set 2010, 15:26

La struttura della pileipellis è filamentiforme con peli arrotondati stretti 2-3 µ, altri sono più massicci, settati ed alcuni con articolo terminale molto dilatato (anche 10 µ) .
Allegati
pileipellis_04.jpg
pileipellis_04.jpg (65.58 KiB) Visto 2783 volte

stegiampi
Senior
Messaggi: 3580
Iscritto il: sab 1 dic 2007, 18:58
Cognome: Stefani
Nome: Giampietro
Provenienza: Italia

Re: Russula laeta Moller & Jul.Schaff.

Messaggio da stegiampi » gio 2 set 2010, 15:27

Alcuni terminali dilatati
Allegati
peli_dilatazioni_01.jpg
peli_dilatazioni_01.jpg (48.15 KiB) Visto 2783 volte

stegiampi
Senior
Messaggi: 3580
Iscritto il: sab 1 dic 2007, 18:58
Cognome: Stefani
Nome: Giampietro
Provenienza: Italia

Re: Russula laeta Moller & Jul.Schaff.

Messaggio da stegiampi » gio 2 set 2010, 15:28

Alcuni terminali dilatati
Allegati
peli_08.jpg
peli_08.jpg (55.69 KiB) Visto 2783 volte

stegiampi
Senior
Messaggi: 3580
Iscritto il: sab 1 dic 2007, 18:58
Cognome: Stefani
Nome: Giampietro
Provenienza: Italia

Re: Russula laeta Moller & Jul.Schaff.

Messaggio da stegiampi » gio 2 set 2010, 15:30

Per il momento è tutto, alla prossima.


Ciao a tutti



Giampietro

gambr
Senior
Messaggi: 2927
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 22:11
Cognome: ------
Nome: Gianni
Provenienza: Udine

Re: Russula laeta Moller & Jul.Schaff.

Messaggio da gambr » gio 2 set 2010, 16:35

Rileggendo Sarnari mi sembra che R.laeta non dovrebbe avere ife primordiali ma solo dermatocistidi, incrostati e cilindracei e/o clavati.

Ciao
Gianni

stegiampi
Senior
Messaggi: 3580
Iscritto il: sab 1 dic 2007, 18:58
Cognome: Stefani
Nome: Giampietro
Provenienza: Italia

Re: Russula laeta Moller & Jul.Schaff.

Messaggio da stegiampi » gio 2 set 2010, 19:32

gambr ha scritto:Rileggendo Sarnari mi sembra che R.laeta non dovrebbe avere ife primordiali ma solo dermatocistidi, incrostati e cilindracei e/o clavati.

Ciao
Gianni

Ciao Gianni,
R.laeta fa parte della sezione Paraincrustatae Sarnari e della subsezione Integrae.
Le Russule facenti parte della subsezione Integrae hanno in comune una pileipellis di tipo misto ossia
con ife primordiali incrostate e dermatocistidi parimenti incrostati.
Se R. laeta avesse solo dermatocistidi incrostati, Sarnari l'avrebbe trasferita nella subsezione Paraintegrinae.

Ciao

Giampietro

gambr
Senior
Messaggi: 2927
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 22:11
Cognome: ------
Nome: Gianni
Provenienza: Udine

Re: Russula laeta Moller & Jul.Schaff.

Messaggio da gambr » ven 3 set 2010, 9:30

stegiampi ha scritto: Ciao Gianni,
R.laeta fa parte della sezione Paraincrustatae Sarnari e della subsezione Integrae.
Le Russule facenti parte della subsezione Integrae hanno in comune una pileipellis di tipo misto ossia
con ife primordiali incrostate e dermatocistidi parimenti incrostati.
Se R. laeta avesse solo dermatocistidi incrostati, Sarnari l'avrebbe trasferita nella subsezione Paraintegrinae.
Certo, e prima di postare ero andato a rileggermi Sarnari :D e appunto per questo, se non ho letto male (può anche essere), parla di cistidi incrostati e non di ife primordiali o anzi le dà assenti.

Ciao
Gianni

stegiampi
Senior
Messaggi: 3580
Iscritto il: sab 1 dic 2007, 18:58
Cognome: Stefani
Nome: Giampietro
Provenienza: Italia

Re: Russula laeta Moller & Jul.Schaff.

Messaggio da stegiampi » ven 3 set 2010, 12:22

gambr ha scritto: Certo, e prima di postare ero andato a rileggermi Sarnari :D e appunto per questo, se non ho letto male (può anche essere), parla di cistidi incrostati e non di ife primordiali o anzi le dà assenti.

Ciao
Gianni
stegiampi ha scritto:
Se R. laeta avesse solo dermatocistidi incrostati, Sarnari l'avrebbe trasferita nella subsezione Paraintegrinae.

Ciao

Giampietro
Mentre si trova nella subsezione integrae, come ho già evidenziato.

Ciao

Giampietro

gambr
Senior
Messaggi: 2927
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 22:11
Cognome: ------
Nome: Gianni
Provenienza: Udine

Re: Russula laeta Moller & Jul.Schaff.

Messaggio da gambr » ven 3 set 2010, 12:26

stegiampi ha scritto: Mentre si trova nella subsezione integrae, come ho già evidenziato.
Ho letto la descrizione, non sto parlando di dove è collocata.

Ciao
Gianni

Il Micologo
Novizio
Messaggi: 597
Iscritto il: mer 16 gen 2008, 18:59
Cognome: Inzaina
Nome: Salvatore
Provenienza: Italia
Località: Cagliari
Contatta:

Re: Russula laeta Moller & Jul.Schaff.

Messaggio da Il Micologo » sab 4 set 2010, 7:49

Complimenti a Giampietro per le belle e significative immagini micro.
Solo una domanda: hai un riscontro di un diverso comportamento delle ife primordiali e dei dermatocistidi in fucsina-HCl ?
:bye:
Salvatore

stegiampi
Senior
Messaggi: 3580
Iscritto il: sab 1 dic 2007, 18:58
Cognome: Stefani
Nome: Giampietro
Provenienza: Italia

Re: Russula laeta Moller & Jul.Schaff.

Messaggio da stegiampi » sab 4 set 2010, 10:45

Il Micologo ha scritto:Complimenti a Giampietro per le belle e significative immagini micro.
Solo una domanda: hai un riscontro di un diverso comportamento delle ife primordiali e dei dermatocistidi in fucsina-HCl ?
:bye:
Salvatore
Ciao Salvatore,
purtroppo il comportamento è analogo. :(
Le incrostacioni acidoresistenti le ho sempre trovate uguali anche in altre specie.
Forse disponendo di un microscopio più potente si potrebbero osservare differenze ma finora non sono riuscito a vederle.
Anche distinguere, come succede nel caso in esame, se l'ifa incrostata sia una ifa primordiale o un dermatocistidio quando le forme possono dar luogo a dubbi (ife molto lunghe e settate), è molto difficile.
Di solito le ife incrostate sono affastellate, ma facendo il vetrino si possono disunire o rompere.
E allora? :D
Io, come metodo di lavoro prima eseguo un esame della pileipellis con SV o SBA per rendermi conto della forma che può assumere un dermatocistidio (granulazioni), e poi procedo all'esame con la fucsina basica (ovviamente su altro campione). In questo modo ho maggior certezza di distinguere le ife che risultano incrostate. Ma a volte il procedimento è insufficiente specialmente per quei dermatocistidi che nella forma si avvicinano maggiormente alle ife primordiali.

Ciao e grazie per i complimenti.

Giampietro

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 18 ospiti