La balena nel bicchiere

L'incredibile mondo della microscopia naturalistica.
Rispondi
Enotria
Messaggi: 48
Iscritto il: dom 17 gen 2016, 17:27
Cognome: Bosi
Nome: Andrea
Provenienza: Ferrara
Località: Ferrara
Contatta:

La balena nel bicchiere

Messaggio da Enotria » sab 21 apr 2018, 9:39

.


Avevo bisogno di un soggetto per verificare un microscopio a Contrasto di Fase appena revisionato e non avevo nessuna voglia di andare in giardino, sotto la pioggia, per cercarne uno adatto.

Poi l’idea !

Sono andato in cucina e, senza farmi vedere da mia moglie, ho preso un campione di acqua dal vasetto sul davanzale della finestra e che contiene alcuni rametti di rosmarino ormai ben radicati.
L’acqua era piuttosto scura per i residui vegetali in disfacimento, perfetta quindi per venire osservata sotto un microscopio.

Normalmente, in queste condizioni, appena riposto il bicchiere con l’acqua, si forma immediatamente una legione di batteri che inizia a digerire le particelle di legno e cellulosa che si distaccano dalle piante.

La quantità di batteri inizialmente aumenta a dismisura, tanto che vedremo l’acqua divenire torbida e maleodorante, poi inizieranno a svilupparsi i mangiatori di batteri, i rotiferi, che, in poco tempo, facendo strage di batteri riporteranno la carica sotto controllo: l’acqua tornerà limpida e senza più alcun odore sgradevole.
Abbiamo così ottenuto una “depurazione biologica” mantenendo nel giusto equilibrio il rapporto fra gli spazzini/preda, i batteri, ed i loro predatori, i rotiferi.


Vediamo ora “dal vivo” questo processo.

Inizialmente si sviluppano in gran numero i batteri, poi compaiono i rotiferi che, a causa dell’abbondanza di prede, rapidamente si moltiplicano a dismisura:

https://www.dropbox.com/s/omnc2yxxbsq4c ... 1.avi?dl=0

ed iniziano ad ingozzarsi di batteri e delle minuscole particelle alimentari sospese nell’acqua:

https://www.dropbox.com/s/zgvcvbtk5b2xm ... x.avi?dl=0

https://www.dropbox.com/s/tpkc7chsgkyik ... a.AVI?dl=0

I rotiferi hanno questo nome perché possiedono due corone di ciglia che assomigliano a ruote. Facendole vibrare creano una forte corrente di aspirazione che porta tutte le particelle verso la loro bocca. Qui l’acqua viene filtrata: le particelle alimentari ed alcuni batteri più cicciotelli prendono la via del sistema masticatorio, il mastax, mentre l’acqua e ciò che non è stato trattenuto viene scaricato da un orifizio posto sotto al rotifero.

Rotifero che filtra.jpg
Rotifero che filtra.jpg (41.15 KiB) Visto 180 volte

Fatte le dovute proporzioni, il loro modo di nutrirsi assomiglia molto a quello delle balene che ingoiano enormi quantità di acqua per poi filtrarla attraverso i fanoni, trattenendo solo le sostanze nutritive.


:bye:

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti