Lactarius semisanguifluus

Notizie di ritrovamenti di funghi nei nostri areali di ricerca e specie interessanti
Rispondi
mykol
Senior
Messaggi: 9107
Iscritto il: dom 3 giu 2007, 23:15
Cognome: Baiano
Nome: Giorgio
Provenienza: Italia

Lactarius semisanguifluus

Messaggio da mykol » gio 29 ott 2015, 12:40

Lactarius semisanguifluus R. Heim & Leclair, Revue Mycol., Paris 15: 79 (1950)

Raccolta: Asti, 24/10/2015, Parco Pubblico "Rivo Crosio"
Habitat: Pino nero d'Austria, sotto un albero isolato.
(Albero contro il quale sovente "Rambo" alza la gamba ... non c'entrerà ma nemmeno ciò disturba troppo la crescita ...)

Esemplari piccoli (max 4-5 cm. di diametro) caratteristici per il viraggio al verde e per il latice carota virante dopo pochi minuti al vinoso ed infine, dopo parecchie ore, al verde.
Allegati
Lactarius_semisanguifluus-DSC_0168.jpg
Lactarius_semisanguifluus-DSC_0168.jpg (221.55 KiB) Visto 1723 volte

mykol
Senior
Messaggi: 9107
Iscritto il: dom 3 giu 2007, 23:15
Cognome: Baiano
Nome: Giorgio
Provenienza: Italia

Re: Lactarius semisanguifluus

Messaggio da mykol » gio 29 ott 2015, 12:42

Il lattice appena esposto all'aria e dopo pochissimi minuti ...
Allegati
Lactarius_semisanguiflus-DSC_0178.jpg
Lactarius_semisanguiflus-DSC_0178.jpg (224.07 KiB) Visto 1722 volte

mykol
Senior
Messaggi: 9107
Iscritto il: dom 3 giu 2007, 23:15
Cognome: Baiano
Nome: Giorgio
Provenienza: Italia

Re: Lactarius semisanguifluus

Messaggio da mykol » gio 29 ott 2015, 12:47

Si tratta ovviamente di un ottimo commestibile.

mfilippa
Senior
Messaggi: 5372
Iscritto il: ven 5 ott 2007, 19:23
Cognome: Filippa
Nome: Mario
Provenienza: Agliano Terme (AT)
Località: Agliano Terme (AT)

Re: Lactarius semisanguifluus

Messaggio da mfilippa » gio 29 ott 2015, 13:09

Si tratta ovviamente di un ottimo commestibile
...con esclusione degli esemplari "irrigati" direttamente da Rambo :cong:
:lol:

mykol
Senior
Messaggi: 9107
Iscritto il: dom 3 giu 2007, 23:15
Cognome: Baiano
Nome: Giorgio
Provenienza: Italia

Re: Lactarius semisanguifluus

Messaggio da mykol » gio 29 ott 2015, 20:58

Certo, ma parlando seriamente io escludo comunque tutti i funghi cresciuti in città e nella immediata periferia, a parte che non consiglio a nessuno di mangiare funghi.

evelina
Senior
Messaggi: 4817
Iscritto il: dom 23 ago 2009, 10:18
Cognome: zanella
Nome: evelina
Provenienza: vicenza

Re: Lactarius semisanguifluus

Messaggio da evelina » mer 4 nov 2015, 14:20

Posto il mio ritrovamento di qualche giorno fa, giardino pubblico, sotto Pinus sp.
Lactarius semisanguifluus in habitat e il colore del latice al primo tocco.

Segue
Allegati
Carpofori in habitat.JPG
Carpofori in habitat.JPG (171.93 KiB) Visto 1625 volte
Colore del latice.JPG
Colore del latice.JPG (98.11 KiB) Visto 1625 volte

evelina
Senior
Messaggi: 4817
Iscritto il: dom 23 ago 2009, 10:18
Cognome: zanella
Nome: evelina
Provenienza: vicenza

Re: Lactarius semisanguifluus

Messaggio da evelina » mer 4 nov 2015, 14:23

Il colore del latice dopo un minuto circa e la sezione.

Ciao Evely
Allegati
Viraggio del latice dopo un minuto circa.JPG
Viraggio del latice dopo un minuto circa.JPG (175.08 KiB) Visto 1625 volte
Sezione L. semisanguifluus.JPG
Sezione L. semisanguifluus.JPG (83.04 KiB) Visto 1625 volte

mykol
Senior
Messaggi: 9107
Iscritto il: dom 3 giu 2007, 23:15
Cognome: Baiano
Nome: Giorgio
Provenienza: Italia

Re: Lactarius semisanguifluus

Messaggio da mykol » mer 4 nov 2015, 20:30

Evelina, dubito assai che il tuo sia semisanguifluus, il colore delle lamelle di uno degli esemplari che hai postato è vinoso, carattere del sanguiflus o forse altre specie li attorno. Il semisanguifluus ha lamelle arancio come il lattice che vira al color sangue (e con esso la carne) gradualmente solo dopo alcuni minuti. Con le lamelle color sangue (vino) ci sono il sanguifluus ed il vinosus (che non conosco, o magari non sono mai stato capace di riconoscere).
Il semisanguifluus ha lamelle color carota-arancio così come il latice alla frattura, che poi nel giro di alcuni minuti (anche 10-15) diventa color sangue, ma le lamelle integre rimangono sempre arancio oppure inverdiscono come anche il gambo ed il cappello (vedi i miei esemplari).

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti