Laetiporus sulphureus (Bull.) Murrill

Forum dedicato alla micoflora Salentina

Moderatore: Artù

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4849
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Laetiporus sulphureus (Bull.) Murrill

Messaggio da Artù » dom 30 set 2007, 19:57

Sono andato a cercarlo appositamente e se non lo porteranno via dopodomani vado di nuovo a fotografarlo :)
Allegati
DSC_1494.jpg
Laetiporus sulphureus

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4849
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Laetiporus sulphureus (Bull.) Murrill

Messaggio da Artù » dom 30 set 2007, 19:58

e' uno dei più bei funghi che io abbia mai visto
Allegati
DSC_1491.jpg
Laetiporus sulphureus

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4849
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Laetiporus sulphureus (Bull.) Murrill

Messaggio da Artù » dom 30 set 2007, 19:58

anche quando cresce in maniera bizzarra ;)
Allegati
DSC_1479.jpg
Laetiporus sulphureus

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4849
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Re: Laetiporus sulphureus (Bull.) Murrill

Messaggio da Artù » dom 30 set 2007, 19:59

ancora
Allegati
DSC_1482.jpg
Laetiporus sulphureus

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4849
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Laetiporus sulphureus (Bull.) Murrill

Messaggio da Artù » dom 30 set 2007, 20:00

un'ultima
ciao a tutti
Allegati
DSC_1490.jpg
Laetiporus sulphureus

bruno
Principiante
Messaggi: 397
Iscritto il: dom 8 lug 2007, 17:27
Cognome: de Ruvo
Nome: Bruno
Provenienza: Italia
Località: Teramo
Contatta:

Messaggio da bruno » lun 1 ott 2007, 6:30

Ciao Artù,
piano piano t'innamorerai del 60,
l'ultima è spettacolare ;)

ciao

Giovanni
Principiante
Messaggi: 233
Iscritto il: lun 10 set 2007, 22:11
Cognome: Di Bella
Nome: Giovanni
Provenienza: Enna
Località: Enna
Contatta:

Messaggio da Giovanni » lun 1 ott 2007, 21:48

Debbo dire che l'ultima è veramente eccezionale.
Ciao

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4849
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Messaggio da Artù » mer 3 ott 2007, 7:57

Grazie, è cresciuto ancora e ne sono spuntati altri :) Purtroppo sono senza adsl da alcuni giorni se no avrei inserito le altre foto.
Un saluto a tutti

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4849
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Laetiporus sulphureus (Bull.) Murrill

Messaggio da Artù » gio 4 ott 2007, 19:15

Ecco le foto (finalmente mi hanno ridato la linea :) )
Allegati
laetiporus-sulphureus1-(24).jpg
Laetiporus sulphureus

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4849
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Laetiporus sulphureus (Bull.) Murrill

Messaggio da Artù » gio 4 ott 2007, 19:16

per fortuna non l'han portato via e ho potuto documentare l'ulteriore crescita di tutti gli esemplari
Allegati
Laetiporus-sulphureus47-(4).jpg

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4849
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Laetiporus sulphureus (Bull.) Murrill

Messaggio da Artù » gio 4 ott 2007, 19:19

è considerato localmente una preda ambita e lo consumano anche fritto
Allegati
laetiporus-sulphureus1-(3).jpg

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4849
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Laetiporus sulphureus (Bull.) Murrill

Messaggio da Artù » gio 4 ott 2007, 19:22

se non ricordo male in una comunicazione ad un congresso di Micotossicologia è considerata specie tossica ... ma non ho riferimenti bibliografici
Allegati
laetiporus-sulphureus1-(17).jpg

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4849
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Laetiporus sulphureus (Bull.) Murrill

Messaggio da Artù » gio 4 ott 2007, 19:23

ancora alcune foto
Allegati
DSC_1491.jpg

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4849
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Laetiporus sulphureus (Bull.) Murrill

Messaggio da Artù » gio 4 ott 2007, 19:24

un'ultima e ciao
Allegati
DSC_1489.jpg

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4849
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Laetiporus sulphureus (Bull.) Murrill

Messaggio da Artù » gio 4 ott 2007, 19:25

mi ero dimenticato questa ... in lungo :)
Allegati
laetiporus-sulphureus1-(28).jpg

carlo
Senior
Messaggi: 5100
Iscritto il: gio 7 giu 2007, 19:37
Cognome: Agnello
Nome: Carlo
Provenienza: Mesagne
Località: Mesagne

Messaggio da carlo » gio 4 ott 2007, 19:44

Un bentornato ad Artù. Ebbene si: si tratta di una preda molto ambita e consumata come purtroppo avviene per molte specie in Puglia.
Il trattamento in cucina più praticato è appunto fritto in pastella. Specialmente nel sud barese ma anche nel brindisino viene praticata intensa caccia al fungo denominato "fungu ti còrnula" (la còrnula nel dialetto è il Carrubo, Ceratonia siliqua). Sul carrubo specialmente ma non solo poichè sappiamo che nasce su diverse querce, su castagno, su diversi pruni (mandorlo, albicocco, susino). E' stato inoltre trovato su robinia (Robinia pseudoacacia) e udite, udite su Eucalyptus camaldulensis all'interno del Policlinico di Bari!
A proposito di Bari ho assistito personalmente alla vendita su una bancarella nel 2000 a 70.000 lire al chilogrammo! Riguardo la fonte di micotossicologia che accenni, probabilmente ti riferisci al I° Convegno Internazionale di Micotossicologia (PdM 11-1999) dove nel contributo di Jean Pierre Rascol gli viene attribuita Sindrome Coprinica.
Ma anche quando questo fungo non provocasse alcun disturbo mi chiedo non è un peccato mortale già il solo raccoglierlo ? :( Saluti

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4849
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Messaggio da Artù » ven 5 ott 2007, 10:13

Grazie per la segnalazione, Carlo.
Sicuramente è un peccato raccoglierlo, e infatti io l'ho lasciato crescere :)
Ho cercato un po' in giro e non sono riuscito a trovare nessuna fonte bibliografica recente sulla tossicità.
Ho invece trovato due interessanti articoli
ecco gli abstract
doi:10.1016/j.foodchem.2006.01.025
Antioxidant and antimicrobial activities of Laetiporus sulphureus (Bull.) Murrill

Abstract
Antioxidant capacity and antimicrobial activities of Laetiporus sulphureus (Bull.) Murrill. extracts obtained with ethanol were investigated in this study. The study was aimed at determining the antioxidant activity (DPPH free radical-scavenging, β-carotene/linoleic acid systems), total phenolic content and total flavonoid concentration of L. sulphureus. Inhibition values both of L. sulphureus ethanol and the standards increased parallel with the elevation of concentration in the linoleic acid system. Inhibition values of L. sulphureus (LS) extract, BHA and α-tocopherol standards were found to be 82.2%, 96.4% and 98.6%, respectively, at a concentration of 160 μg/ml. DPPH free radical-scavenging activity was found to exhibit 14%, 26%, 55% and 86% inhibition, respectively, at concentrations of 100, 200, 400 and 800 μg/ml. Total flavanoids were 14.2 ± 0.12 μg mg−1 (quercetin equivalent) while the phenolics were 63.8 ± 0.25 μg mg−1 (pyrocatechol equivalent) in the extract. Positive correlations were found between total phenolic content in the mushroomnext term extracts and their antioxidant activities. Edible previous termmushroomsnext term may have potential as natural antioxidants. L. sulphureus showed narrow antibacterial activity against Gram-negative bacteria and strongly inhibited the growth of the Gram-positive bacteria tested. The crude extract exhibited high anticandidal activity on Candida albicans. Therefore, the extracts could be suitable as antimicrobial and antioxidative agents in the food industry.

in pratica in questo articolo oltre a considerarlo commestibile ne testano anche gli effetti antiossidanti:
The nutritional values and taste components of these commercial mushrooms have been thoroughly studied (Yang, Lin, & Mau, 2001). Recently, these commercial mushrooms were found to be medically active in several therapies, such as antitumor, antiviral, and immunomodulating treatments (Wasser & Weis, 1999). Medicinal mushrooms have an established history of use in traditional oriental therapies. Modern clinical practice in Japan, China, Korea, and other Asian countries continues to rely on mushroom-derived preparations. Mushrooms have been used for many years in oriental culture as tea and nutritional food and because of their special fragrance and texture (Manzi, Gambelli, Marconi, Vivanti, & Pizzoferrato, 1999). The scientific community, in searching for new therapeutic alternatives, has studied many kinds of mushrooms and has found variable therapeutic activity such as anticarcinogenic, anti-inflammatory, immuno-suppressor and antibiotic, effects (Asfors and Ley, 1993 and Longvah and Deosthale, 1998).
Ciao a tutti

carlo
Senior
Messaggi: 5100
Iscritto il: gio 7 giu 2007, 19:37
Cognome: Agnello
Nome: Carlo
Provenienza: Mesagne
Località: Mesagne

Messaggio da carlo » ven 5 ott 2007, 11:15

shhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh.... :nono:
Guai a farlo sapere in giro...Si mangerebbero pure gli alberi! Saluti

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 5 ott 2007, 15:03

Osservando la letteratura americana risulta segnalato come fungo tossico, per avere causato problemi a diverse persone, se cerchi laetiporus e toxin come parole chiave in google ti estrae un sacco di materiale.

Di sicuro contiene una tossina proteica, una lectina, emolitica ed emoagglutinante, che ha una azione simile a quella di alcune tossine batteriche, come quelle di certi clostridium. Questa tossina è stata assai studiata e esistono diverse pubblicazioni in riviste importanti come JBC.

Cinzia

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 5 ott 2007, 15:12

qualcosa sulle intossicazioni dovute a questo fungo la trovi in questo bel sito, cliccando su Mushroom Poisoning (general) e quidi su download per scaricare il pdf relativo.

Uno degli articoli è questo
http://www.jbc.org/cgi/reprint/280/17/17251.pdf

Ciao

cinzia
Novizio Esperto
Messaggi: 1188
Iscritto il: dom 11 mar 2007, 14:41
Cognome: Fracasso
Nome: Cinzia
Provenienza: Lecce

Messaggio da cinzia » ven 5 ott 2007, 15:13

cinzia ha scritto:qualcosa sulle intossicazioni dovute a questo fungo la trovi in questo bel sito, cliccando su Mushroom Poisoning (general) e quidi su download per scaricare il pdf relativo.


Ciao
http://eticomm.net/~ret/amanita/

avevo dimenticato di inserire il link :cry:

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4849
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Messaggio da Artù » ven 5 ott 2007, 18:49

Grazie Cinzia ecco dove avevo letto :oops: sul libro di Benjamin !

Comunque sia è troppo bello per pensare anche solo di portarlo via. :)
Adesso vi faccio vedere come è dopo altri due giorni 8-)

doni
Esperto
Messaggi: 1626
Iscritto il: lun 12 mar 2007, 15:39
Cognome: De Giorgi
Nome: Donatella
Provenienza: Lecce

Messaggio da doni » ven 5 ott 2007, 19:00

carlo ha scritto:Un bentornato ad Artù. Ebbene si: si tratta di una preda molto ambita e consumata come purtroppo avviene per molte specie in Puglia.
IlMa anche quando questo fungo non provocasse alcun disturbo mi chiedo non è un peccato mortale già il solo raccoglierlo ? :( Saluti
Purtroppo è un agente patogeno ; da Bernicchia : " Determina una carie bruna cubica del cilindro centrale che impiega diversi anni ad uccidere la pianta ospite. E' un temibile patogeno che arreca seri danni , sia nei boschi, sia in parchi e giardini. Il micelio penetrato nel legno , avanza attraverso le trachee del legno primaverile ed i raggi midollari; il legno assume un colore rosato con riflessi biancastri, poi diviene bruno, molto fragile e negli stadi finali si sbriciola sotto la pressione delle dita. Il legno cariato si frattura e nelle fessure si insinuano rapidamente dei feltri miceliari biancastri. La carie può arrivare sino a 5-8 m di altezza e passare dal tronco, attraverso la aprte baale, fino al sistema radicale dove invade l'alburno, formando sotto il ritidoma , del micelio biancastro riunito in piccoli cordoni."

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4849
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Messaggio da Artù » ven 5 ott 2007, 19:48

Sara' anche un patogeno ... ma evidentemente l'ho sempre detto che le cose belle a volte sono mortali :P
Allegati
Laetiporus_sulphureus_2007-10-04_0007.jpg

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4849
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Messaggio da Artù » ven 5 ott 2007, 19:49

è stata un'impresa con il sole che filtrava da tutte le parti :?
Allegati
Laetiporus_sulphureus_2007-10-04_0010.jpg

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4849
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Messaggio da Artù » ven 5 ott 2007, 19:50

ma ho insistito 8-)
Allegati
Laetiporus_sulphureus_2007-10-04_0025.jpg

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4849
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Messaggio da Artù » ven 5 ott 2007, 19:51

tanto....
Allegati
Laetiporus_sulphureus_2007-10-04_0024.jpg
Laetiporus_sulphureus_2007-10-04_0024.jpg (26.71 KiB) Visto 26937 volte

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4849
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Messaggio da Artù » ven 5 ott 2007, 19:52

e domani (se non l'hanno portato via non sapendo che potrebbe essere tossico :shock: ) lo fotogrtaferò dopo due giorni ancora
Ciao
Allegati
Laetiporus_sulphureus_2007-10-04_0004.jpg

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4849
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Messaggio da Artù » ven 5 ott 2007, 20:14

ehmmm ne avevo dimenticata una :lol:
Allegati
Laetiporus_sulphureus_3-(3).jpg

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4849
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Messaggio da Artù » dom 7 ott 2007, 16:00

E' cresciuto ancora e ... non l'hanno portato via :)
Allegati
Laetiporus_sulphureus_2007-10-06_0001.jpg

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti