Pagina 2 di 2

Inviato: mar 25 set 2007, 21:37
da Gaspy
Si noti dalle foto la base del gambo del C. caligatus che è generalmentre arrotondata, mentre quella del caligatusa è fusiforme ed il colore del velo.

Il mio amico Alberto Barbacovi di Porto Cesareo mi diceva appunto che nella sua zona veniva ricercato con il nome "IL FUNGO". Ovviamente si trattava di locali xche conoscevano le stazioni di crescita.-

Gaspy

Inviato: mer 26 set 2007, 8:03
da carlo
Vero Gaspy: il consumo di questo fungo in tutta l'area salentina si perde nella notte dei tempi...Anche se gli habitat sono fortemente ridimensionati o scomparsi del tutto, si assiste ancora alla vendita sulle bancarelle autunnali.
Colgo l'occasione per riportare alcuni nomignoli con i quali il fungo è conosciuto:
Murteddhraru - Lecce;
Rinieddu - Mesagne;
Citrignulu - Francavilla Fontana;
Trunieddu - Ceglie Messapica;
Lardare - Fasano,
Palumminu - Oria.
Saluti :)

Inviato: mer 26 set 2007, 9:13
da Pino
Buon giorno a tutti.
Ho dato un'occhiata ai Cortinari d'Italia.
G. Consiglio segnala raccolte di C. variiformis in:

Veneto, Toscana, Abruzzo, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna

non specifica le località di raccolta.

Inviato: mer 26 set 2007, 10:02
da carlo
Grazie Pino. In effetti non avevo riflettuto sulla cartina di Consiglio-Antonin-Antonin, limitandomi e sbagliando a dare uno sguardo alle raccolte.

x Doni: andando indietro con la memoria ed avendo chiesto conferma ad un paio di amici, la specie è sicuramente presente in Basilicata almeno nel materano (Grottole e Andriace), in Campania nel salernitano jonico ( più o meno nella zona di Sapri ).

Secondo me potrebbe essere presente in altre due regioni ossia Lazio e Liguria. Si potrebbe chiedere alla Signora Basso se ha mai fatto ritrovamenti in special modo nell'areale di Lactarius cyanopus. Saluti :)

Inviato: mer 26 set 2007, 18:01
da carlo
Doni et amici,
ho avuto risposta da Maria Teresa Basso che conferma di aver girato a lungo per i cisteti liguri ma giustamente con lo sguardo rivolto ai generi che a lei interessavano (Lactarius, Pluteus Clitocybe, ecc.).
Quindi per adesso non ci sono conferme sulla presenza della specie ma non è neanche da escludere. La signora Basso molto disponibile, non mancherà di informarci di eventuali ritrovamenti che dovessero avvenire in futuro.
Saluto tutti :)

Inviato: gio 27 set 2007, 13:03
da doni
Pino ha scritto:Buon giorno a tutti.
Ho dato un'occhiata ai Cortinari d'Italia.
G. Consiglio segnala raccolte di C. variiformis in:

Veneto, Toscana, Abruzzo, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna

non specifica le località di raccolta.
Io ho letto quanto scritto nel testo da Consiglio ed al. ma mi chiedo come mai voi non lo abbiate mai visto? come mai molti amici sono venuti da Bolzano per fotografarlo da noi se crsce nel ben più vicino Veneto?

Inviato: sab 10 nov 2007, 19:17
da carlo
Primo ritrovamento di un campione fresco ed ho approfittato per eseguire delle macroreazioni che hanno confermato quanto avevo appuntato anni addietro. Questo è il fungo

Inviato: sab 10 nov 2007, 19:20
da carlo
Carne biancastra con tratti maculati di paglierino...

Inviato: sab 10 nov 2007, 19:23
da carlo
In senso orario dopo 5 minuti: Idrato di Potassio, Guaiaco, Ammoniaca, Formolo, TL4. Saluti :)