Habitat

Letteratura, articoli, notizie bibliografiche sui funghi, richieste

Moderatori: muscario, Stinkhorn, Pino

Rispondi
gacquaviva
Messaggi: 31
Iscritto il: ven 8 apr 2011, 9:49
Cognome: Acquaviva
Nome: Giovanni
Provenienza: Faenza

Habitat

Messaggio da gacquaviva » mer 12 ott 2011, 11:23

Eccomi ancora qui coi miei dubbi, mentre sto faticosamente arrivando in fondo alla compilazione dei malefici cartellini per la ancor più malefica mostra (ma ci tocca...). :cry:

Stavolta la domanda è più di carattere botanico che micologico, anche se strettamente attinente alla micologia.
Nella descrizione dell'habitat cerchiamo di essere il più precisi possibile, spiegando un attimo meglio, anche se in poche parole, dove può cresecere quella specie.
Quindi abbiamo abbandonato i classici "legno", "prati", "latifoglie" ecc. per qualcosa di più preciso, come "boschi di latifoglie in suoli calcarei" o "humus in boschi di latifoglie e misti" o ancora "pini, boschi misti, torbiere - raro" ecc.

Adesso ci è venuto un dubbio: è meglio scrivere "aghifoglie" o "conifere" C'è un termine esatto, oppure sono sinonimi e non fa nessuna differenza, parlando ovviamente smpre in termini di ambiente di crescita dei funghi?

Ho provato a cercare nel web... ma prima di dirvi cosa ho trovato vorrei sentire la vostra. :)

:bye:

patty
Esperto
Messaggi: 2266
Iscritto il: dom 18 ott 2009, 23:20
Cognome: Ferrari
Nome: Patrizia
Provenienza: Modena
Località: Modena

Re: Habitat

Messaggio da patty » mer 12 ott 2011, 13:36

In generale si tende a pensare che aghifoglia sia sinonimo di conifera, e questo viene spesso riportato anche in tante cose che si leggono in giro . Non è così, non sono sinonimi.
Questo il significato in Botanica, di aghifoglia e conifera.
Aghifoglia: pianta con foglie ad ago, cioè lunghe e sottili (in contrapposizione a latifoglia, cioè pianta con foglie a lamina piatta, più o meno larga e sottile)
Conifera: pianta che produce frutti legnosi, detti “coni”, ovvero “pigne” ovvero “strobili”.
Non è detto che una conifera sia un’aghifoglia o un’aghifoglia sia una conifera.
Esempio: il tasso è un’aghifoglia, ma produce frutti carnosi, rossi (detti arilli) che non sono coni e quindi non è una conifera; il ginepro è un’aghifoglia ma produce bacche blu carnose (i galbuli) , che non sono coni, e quindi non è una conifera.
Gli ontani sono latifoglie ma i loro frutti legnosi sono, in gergo botanico , piccoli coni o strobili , e quindi botanicamente è corretto chiamarle conifere, anche se ci pare strano!

Quindi, aghifoglia o conifera, a seconda della pianta a cui ti riferisci.

Attenzione anche alle parole Abete e Pino, che spesso sono usati impropriamente

:bye: Patty

gacquaviva
Messaggi: 31
Iscritto il: ven 8 apr 2011, 9:49
Cognome: Acquaviva
Nome: Giovanni
Provenienza: Faenza

Re: Habitat

Messaggio da gacquaviva » mer 12 ott 2011, 15:01

Quindi, nella fattispecie, sarebbe improprio usare il termine "sotto conifere" per indicare la crescita di un fungo in boschi di Pinus sylvestris, Pinus cembra, Pinus nigra, Picea abies, Abies alba, o Larix decidua, puri o misti fra loro o con latifoglie?
Se ho ben capito, a queste specie si adatta sia la definizione di "conifera" che di "aghifoglie", essendo valide ambedue le cose, mentre per altre specie, come Juniper e Taxus, le due cose non coincidono... ma in campo micologico molto difficilmente si parla di "boschi di Taxus o di Juniper". Al massimo si definisce un bosco di "X" con sottobosco di Ginepro.

Il mio primo, grande Maestro di botanica, Paolo Liverani, diceva sempre che è improprio definire "conifere" le "aghifoglie" perchè non sono necessariamente la stessa cosa (e me lo hai appena confermato), ma nella stragrande maggioranza dei testi di micologia e sul web è più facile leggere "sotto conifere" che "sotto aghifoglie".

Insomma... i dubbi restano. :cry:

:bye:

mfilippa
Senior
Messaggi: 5299
Iscritto il: ven 5 ott 2007, 19:23
Cognome: Filippa
Nome: Mario
Provenienza: Agliano Terme (AT)
Località: Agliano Terme (AT)

Re: Habitat

Messaggio da mfilippa » mer 12 ott 2011, 17:48

Be', direi che nei casi più comuni vista la flora arborea italiana direi che conifere non debba scandalizzare nessuno. Per i funghi tipici del ginepro puoi mettere "su" o "sotto" ginepro (quanti sono?). Stesso discorso per il tasso.
Direi che usare angiosperme o gimnosperme ad una mostra sia improponibile.
Pensa che qui dalle mie parti (ma penso in quasi tutto il Piemonte) basta dire "pino" e comprendi qualunque roba sempreverde a foglie piccole, dalla thuja al larice al ginepro alla sequoia, non solo gli abeti... :)

patty
Esperto
Messaggi: 2266
Iscritto il: dom 18 ott 2009, 23:20
Cognome: Ferrari
Nome: Patrizia
Provenienza: Modena
Località: Modena

Re: Habitat

Messaggio da patty » mer 12 ott 2011, 19:40

gacquaviva ha scritto: è improprio definire "conifere" le "aghifoglie" .....
e viceversa.

“ conifera” penso è più utilizzato semplicemente perché più comunemente e popolarmente diffuso .
Sono d’accordo con Mario : credo che nessuno alla mostra ti farà notare l’uso improprio di conifera o aghifoglia, neanche se arriva il Visitatore rompino e saccente :D , che” ti mette i puntini sulle ì” non sarà così ferrato in materia.
Ma anche se malauguratamente succedesse puoi sempre metterlo a tacere ( per non dire altro :D :D ) spiegando che per ragioni di spazio hai dovuto fare una scelta obbligata , e sciorinargli per benino tutto quanto ti ho scritto sopra :innocent: ;)
" conifere e aghifoglie sono la stessa cosa ?", era una delle domande che ogni tanto il Prof. di Botanica faceva a noi studenti ,agli esami di botanica sistematica all’università, e ti dirò che non pochi rispondevano in maniera sbagliata!! :D :D :cin:

Ho avuto il piacere di conoscere,tempo fa, Paolo Liverani:davvero un gran brava persona, a 360 gradi, grande conoscitore di piante e orchidee, e personaggio davvero squisito, umile , modesto . :)

:bye:

mauroboleto
Novizio
Messaggi: 505
Iscritto il: mar 25 mag 2010, 11:27
Cognome: manavella
Nome: mauro
Provenienza: bagnolo piemonte
Località: Bagnolo Piemonte (CN)

Re: Habitat

Messaggio da mauroboleto » gio 13 ott 2011, 10:02

mfilippa ha scritto:Be', direi che nei casi più comuni vista la flora arborea italiana direi che conifere non debba scandalizzare nessuno. Per i funghi tipici del ginepro puoi bettere "su" o "sotto" ginepro (quanti sono?). Stesso discorso per il tasso.
Direi che usare angiosperme o gimnosperme ad una mostra sia improponibile.
Pensa che qui dalle mie parti (ma penso in quasi tutto il Piemonte) basta dire "pino" e comprendi qualunque roba sempreverde a foglie piccole, dalla thuja al larice al ginepro alla sequoia, non solo gli abeti... :)
concordo con Mario circa il concetto di Pino in Piemonte; anche il larice è un "Pino che perde gli aghi"!
:bye:
mauro manavella

mfilippa
Senior
Messaggi: 5299
Iscritto il: ven 5 ott 2007, 19:23
Cognome: Filippa
Nome: Mario
Provenienza: Agliano Terme (AT)
Località: Agliano Terme (AT)

Re: Habitat

Messaggio da mfilippa » gio 13 ott 2011, 17:27

Vero Mauro, avevo già elencato il larice fra le "sempreverdi" :oops:

Rispondi

Torna a “Bibliografia”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti