Mycena sp.

Aiuto alla determinazione dei Funghi
Rispondi
Enzo Colabella
Messaggi: 25
Iscritto il: sab 16 nov 2019, 21:50
Cognome: Enzo
Nome: Colabella
Provenienza: Portici
Località: Agropoli
Contatta:

Mycena sp.

Messaggio da Enzo Colabella » dom 17 nov 2019, 15:27

Immagino sia necessaria un'analisi microscopica, ma vorrei comunque chiedervi un parere su queste piccolissime Mycena ritrovate su strobili di cipresso. Odore nullo, assaggio non effettuato, fotografate un paio di giorni fa nel Cilento in habitat misto cipresso-pino.

DSC_3459-2.jpg
DSC_3459-2.jpg (99.74 KiB) Visto 85 volte
DSC_3466-2.jpg
DSC_3466-2.jpg (112.13 KiB) Visto 85 volte

muscario
Novizio
Messaggi: 507
Iscritto il: mar 24 giu 2008, 17:31
Cognome: Bolognini
Nome: Daniele
Provenienza: Italia

Re: Mycena sp.

Messaggio da muscario » dom 17 nov 2019, 19:37

Buongiorno Enzo
Hai ragione, senza indagine microscopica con le Micene è spesso difficile arrivare a determinazioni sicure.
Voglio tuttavia azzardare un'ipotesi (ma è solo un'ipotesi!) : Mycena cupressincola Robich sp. nov.
Si tratta di una specie di recente creazione che il suo autore indica come crescente isolata o gregaria su galbuli di Cupressus in decomposizione al suolo. L'etimologia del nome, come intuibile, deriva proprio dal suo habitat di crescita.
Saluti

Enzo Colabella
Messaggi: 25
Iscritto il: sab 16 nov 2019, 21:50
Cognome: Enzo
Nome: Colabella
Provenienza: Portici
Località: Agropoli
Contatta:

Re: Mycena sp.

Messaggio da Enzo Colabella » dom 17 nov 2019, 21:28

muscario ha scritto:
dom 17 nov 2019, 19:37
Buongiorno Enzo
Hai ragione, senza indagine microscopica con le Micene è spesso difficile arrivare a determinazioni sicure.
Voglio tuttavia azzardare un'ipotesi (ma è solo un'ipotesi!) : Mycena cupressincola Robich sp. nov.
Si tratta di una specie di recente creazione che il suo autore indica come crescente isolata o gregaria su galbuli di Cupressus in decomposizione al suolo. L'etimologia del nome, come intuibile, deriva proprio dal suo habitat di crescita.
Saluti
Ciao Daniele, grazie per il tuo gradito intervento.
Mi hanno dato la stessa risposta anche in altra sede, specificando le differenze con le altre due specie legate alla stessa essenza, ovvero M. cupressina, l'unica che già conoscevo, e M. cupressophila: la prima cresce su corteccia ed è macroscopicamente diversa, la seconda su detriti ed ha pileo di colore bruno più o meno carico.
A questo punto la classifico come M. cfr. cupressincola, poi appena possibile torno sul posto e raccolgo un esemplare per la conferma microscopica ;)
Grazie 1000 :cin: :bye:

Rispondi