Amanita subnudipes

Agaricaceae, Amanitaceae, Bolbitiaceae, Coprinaceae, Cortinariaceae, Crepidotaceae, Entolomataceae, Hygrophoraceae,Marasmiaceae, Pleurotaceae, Pluteraceae, Strophariaceae, Tricholomataceae
Rispondi
apicolo
Principiante
Messaggi: 253
Iscritto il: lun 1 ott 2012, 20:00
Cognome: frangini
Nome: giuliano
Provenienza: isola d'elba

Amanita subnudipes

Messaggio da apicolo » mer 17 ott 2012, 23:52

Penso che si tratti della varietà subnudipes, per il gambo bianco privo di fioccosità concolori al cappello, può essere confermata ? grazie
Isola d'elba 125m, ottobre 2006
Foto Giuliano Frangini
Allegati
Amanita crocea.jpg
Amanita crocea.jpg (90.16 KiB) Visto 1637 volte

mykol
Senior
Messaggi: 9122
Iscritto il: dom 3 giu 2007, 23:15
Cognome: Baiano
Nome: Giorgio
Provenienza: Italia

Re: Amanita subnudipes

Messaggio da mykol » gio 18 ott 2012, 0:25

credevo alla var. subnudipes poi, nei giorni scorsi ho fatto una abbondante raccolta di esemplari frammisti, alcuni con gambo ornamentato, altri con gambo sublnudo fino a completamente nudo, per cui ora non ci credo più !

StefanoMorini
Novizio
Messaggi: 964
Iscritto il: mer 3 dic 2008, 23:32
Cognome: MORINI
Nome: STEFANO
Provenienza: ITALY
Località: IMOLA

Re: Amanita subnudipes

Messaggio da StefanoMorini » gio 18 ott 2012, 13:42

Ciao, confermo A.subnudipes.
Le differenze stanno principalmente nel gambo che è arancione concolore al cappello in A.crocea, biancastro o appena sfumato di ocra (ma mai concolore) in A.subnudipes.
Nel caso di raccolte dubbie come quella a cui accenna Giorgio, bisogna verficare il tratto subimeniale che è principalemente filamentoso in A.crocea, mentre è ricco di cellule basali globose o comunque tozze in A.subnudipes (s.imenio misto).
Prendiamo per buoni questi elementi fino a che non ci sarenno chiarimenti esaustivi (molecolari...) :innocent:
Ciao a tutti!
Stefano

fabiophorus
Senior
Messaggi: 3625
Iscritto il: ven 11 mag 2007, 21:44
Cognome: Aste
Nome: Fabio
Provenienza: Ferrania (SV)
Località: Ceppone Formicaio

Re: Amanita subnudipes

Messaggio da fabiophorus » gio 18 ott 2012, 13:52

Prendiamo per buoni questi elementi fino a che non ci sarenno chiarimenti esaustivi (molecolari...)
...eheheh...sempre se questi "chiarimenti" "molecolari" saranno davvero esaustivi e non possibili di confutazione e scontro tra laboratori (come sembra di notare), all'inizio mi sono voluto illudere delle "molecole", sono già ben e ben disilluso :)
e purtroppo, considerando i casi di cronaca nera...in cui...si sbandierano risultati straordinari dell'esame DNA, ma poi gli assassini raramente si riescono ad assicurare alla giustizia, ne dubito e fortemente, anche! Io sposo in pieno la convinzione di Mykol ;)

StefanoMorini
Novizio
Messaggi: 964
Iscritto il: mer 3 dic 2008, 23:32
Cognome: MORINI
Nome: STEFANO
Provenienza: ITALY
Località: IMOLA

Re: Amanita subnudipes

Messaggio da StefanoMorini » gio 18 ott 2012, 14:07

Anche secondo me gli studi molecolari non sono e non saranno legge assoluta... Ad ogni modo in mancanza totale di questi e riguardo mia esperienza consolidata (micologia tradizionale), ti assicuro che le due specie con l'aiuto della microscopoia del subimenio e delle caratterisctiche macroscopiche si separano senza troppe difficoltà
ciao
Stefano

mfilippa
Senior
Messaggi: 5372
Iscritto il: ven 5 ott 2007, 19:23
Cognome: Filippa
Nome: Mario
Provenienza: Agliano Terme (AT)
Località: Agliano Terme (AT)

Re: Amanita subnudipes

Messaggio da mfilippa » gio 18 ott 2012, 21:32

Ma non c'era anche una reazione al fenolo sul gambo?

fabiophorus
Senior
Messaggi: 3625
Iscritto il: ven 11 mag 2007, 21:44
Cognome: Aste
Nome: Fabio
Provenienza: Ferrania (SV)
Località: Ceppone Formicaio

Re: Amanita subnudipes

Messaggio da fabiophorus » ven 19 ott 2012, 11:12

StefanoMorini ha scritto:Anche secondo me gli studi molecolari non sono e non saranno legge assoluta... Ad ogni modo in mancanza totale di questi e riguardo mia esperienza consolidata (micologia tradizionale), ti assicuro che le due specie con l'aiuto della microscopoia del subimenio e delle caratterisctiche macroscopiche si separano senza troppe difficoltà
ciao
Stefano
Ciao Stefano! :)

Non lo metto in dubbio, si tratta di un mio personalissimo punto di vista,
ormai davvero molto poco in sintonia con i concetti quali: "forma" e "varietà" e "sottospecie" :D

Invece per quanto riguarda la "poca fiducia" sui risultati "molecolari",
anche qui non vuole essere un parere "reazionario", poco aperto al "futuro della micologica",
al contrario è la constatazione di un dato di fatto, c'è troppa incoerenza nei vari risultati "molecolari".

Esempio: le molecole devono saperci dire se pruinatus appartiene ai Boletus o agli Xerocomus,
devono saperci dire se Xerocomus è davvero Genere parente, ma distinto da Boletus; non è possibile,
o non cambia nulla rispetto alla "Micologia Morfologica Tradizionale", se i risultati di un Laboratorio dicono che è Genere distinto e l'anno dopo un altro studio di un altro laboratorio dice che non è vero....

StefanoMorini
Novizio
Messaggi: 964
Iscritto il: mer 3 dic 2008, 23:32
Cognome: MORINI
Nome: STEFANO
Provenienza: ITALY
Località: IMOLA

Re: Amanita subnudipes

Messaggio da StefanoMorini » ven 19 ott 2012, 11:55

Ciao Mario, mai testato il fenolo... Non mi risulta come elemento distintivo ma si potrebbe sempre provare... ;)

Ciao Fabio, la mia posizione sull'evoluzione degli studi molecolari non è poi tanto distante dalla tua... :cin: ...solo un po' più moderata e forse ottimisticamente speranzosa, visto che sui generi che da anni sto approfondendo (Amanita e Melanoleuca) c'è molta confusione tassonomica... e non solo...

Ciao
Stefano

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 26 ospiti