Primi boleti della stagione

Boletaceae, Gomphidiaceae, Paxillaceae, Boletales non determinati
Rispondi
Giuliano Campus
Messaggi: 29
Iscritto il: ven 7 dic 2007, 20:45
Cognome: Campus
Nome: Giuliano
Provenienza: Quartu Sant'Elena
Località: Quartu Sant'Elena

Primi boleti della stagione

Messaggio da Giuliano Campus » lun 2 giu 2008, 20:43

Boletus erythropus Pers.
loc. Campuomu (Ca) - 02/06/2008
foto di Giuliano Campus
Allegati
Boletus_erythropus.jpg

carlo
Senior
Messaggi: 5100
Iscritto il: gio 7 giu 2007, 19:37
Cognome: Agnello
Nome: Carlo
Provenienza: Mesagne
Località: Mesagne

Messaggio da carlo » lun 2 giu 2008, 22:24

Ciao Giuliano :)
Forse colpa del clima li fa somigliare più a Boletus queletii :(

Giuliano Campus
Messaggi: 29
Iscritto il: ven 7 dic 2007, 20:45
Cognome: Campus
Nome: Giuliano
Provenienza: Quartu Sant'Elena
Località: Quartu Sant'Elena

Messaggio da Giuliano Campus » lun 2 giu 2008, 22:28

carlo ha scritto:Ciao Giuliano :)
Forse colpa del clima li fa somigliare più a Boletus queletii :(
verissimo...però anche se dalla foto non si evince molto bene, le punteggiature rosse sul gambo non lasciano dubbi...
p.s. accanto ho reperito il primo Boletus estivalis della stagione!

mfilippa
Senior
Messaggi: 5385
Iscritto il: ven 5 ott 2007, 19:23
Cognome: Filippa
Nome: Mario
Provenienza: Agliano Terme (AT)
Località: Agliano Terme (AT)

Messaggio da mfilippa » mar 3 giu 2008, 0:29

Certo la carne color barbabietola alla base del gambo...

gambr
Senior
Messaggi: 2927
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 22:11
Cognome: ------
Nome: Gianni
Provenienza: Udine

Messaggio da gambr » mar 3 giu 2008, 9:20

B.queletii anche per me

Ciao
Gianni

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4851
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Messaggio da Artù » mar 3 giu 2008, 10:08

Se posso dire la mia, non è così semplice la distinzione e mi ricordo che ne discutemmo a lungo per la presenza in uno stesso bosco di entrambe le specie con molti carpofori "al limite" .

Chiaramente se trovi il classico erythropus sotto abete non discuti più. Ma tante volte sembra che si mescolino .....

Perciò se Giuliano che li ha avuti in mano dice che erano loro da una fotografia non mi sentirei prorpio di dire è qualcosa d'altro anche se la colorazione alla base del gambo dell'esemplare sezionato mostra una colorazione barbabietola e un portamento queletoide.

Mi piacerebbe capirci di più in questo gruppo di boleti...

Floccularia straminea
Principiante
Messaggi: 184
Iscritto il: lun 3 set 2007, 9:17
Cognome: Oppicelli
Nome: Nicolò
Provenienza: Genova Certosa (GE)
Località: Genova Certosa (GE)

Messaggio da Floccularia straminea » mar 3 giu 2008, 10:38

Io vedo più queletii.

Ieri sotto leccio anche io ho faticato parecchio a distinguere...
e sono giunto alla triste conclusione
che erano tutti luridi (al limite fo.lupinus) :cry:

Giuliano Campus
Messaggi: 29
Iscritto il: ven 7 dic 2007, 20:45
Cognome: Campus
Nome: Giuliano
Provenienza: Quartu Sant'Elena
Località: Quartu Sant'Elena

Messaggio da Giuliano Campus » mar 3 giu 2008, 13:38

beh ragazzi, credo di essere uno che non si arrocca certo sulla propia opinione ne tanto meno sono uno che "si arrampica sugli specchi" 8-) ...visti i vostri interventi sono pronto a cambiare opinione :cry: ...ma prima date un occhiata alle decorazioni del gambo nella foto seguente (pessima) e dite di nuovo la vostra... :shock: se per voi ancora queletii, queletii sia per bacco!!!
Allegati
Boletus_erythropus_2.jpg

fabiophorus
Senior
Messaggi: 3625
Iscritto il: ven 11 mag 2007, 21:44
Cognome: Aste
Nome: Fabio
Provenienza: Ferrania (SV)
Località: Ceppone Formicaio

Messaggio da fabiophorus » mar 3 giu 2008, 13:48

Ciao a tutti! :)

...beh!...pare che Persoon quando descrisse il suo erythropus stesse descrivendo proprio la specie che attualmente chiamiamo queletii... :D ...quindi in qualche modo avete ragione tutti!... :lol:

...Giuliano è difficile valutare la tua raccolta...però erythropus potrebbe starci...in effetti...questi boleti sono funghi che sanno essere molto camaleontici...aggiungo che la colorazione basale rossa l'ho osservata anche in altre specie di Boletus (erythropus...luridus...ad esempio...)...non sono convito che sia carattere esclusivo di queletii...cosa ne pensate?

con amicizia,
fabio

carlo
Senior
Messaggi: 5100
Iscritto il: gio 7 giu 2007, 19:37
Cognome: Agnello
Nome: Carlo
Provenienza: Mesagne
Località: Mesagne

Messaggio da carlo » mar 3 giu 2008, 17:38

Giuliano Campus ha scritto:beh ragazzi, credo di essere uno che non si arrocca certo sulla propia opinione ne tanto meno sono uno che "si arrampica sugli specchi" 8-) ...visti i vostri interventi sono pronto a cambiare opinione :cry: ...ma prima date un occhiata alle decorazioni del gambo nella foto seguente (pessima) e dite di nuovo la vostra... :shock: se per voi ancora queletii, queletii sia per bacco!!!
:) Aspetta a cambiare opinione Giuliano...
Come ha detto Fabio i boleti spesso assumono aspetti camaleontici...
Lo scorso anno ad esempio siamo letteralmenti impazziti intorno alla variabilità cromatica (e morfologica) di raccolte di Boletus comptus :shock:
Ultima modifica di carlo il mar 3 giu 2008, 17:47, modificato 1 volta in totale.

carlo
Senior
Messaggi: 5100
Iscritto il: gio 7 giu 2007, 19:37
Cognome: Agnello
Nome: Carlo
Provenienza: Mesagne
Località: Mesagne

Messaggio da carlo » mar 3 giu 2008, 17:44

Giusto invece tenere accese le discussioni :)
Propongo uno scatto di un paio di anni fa...Lecceta Bosco di Albano Carrisi (Ho detto Lecceta non Lecciso :lol: ) con altre essenze (Vallonea, Roverella, ecc.)...
Questi boleti sono stati raccolti nello stesso metroquadrato e suddivisi in sei gruppetti per vicinanza tra di loro. Osservate come abbiano colorazioni anche abbastanza diverse se non contradditorie...
Allegati
Curtipetrizzi.jpg

Stinkhorn
Senior
Messaggi: 3502
Iscritto il: mer 28 nov 2007, 15:53
Cognome: Carbone
Nome: Matteo
Provenienza: Genova
Località: Genova

Messaggio da Stinkhorn » mar 3 giu 2008, 19:26

Ciao giuliano, io mi sono fatto un'idea diversa... :D
il primo da sinistra è quello di cui hai mostrato il gambo? io credo di si poichè quel basidioma per me è un erythropus tipico....
Diverso invece è quello sdraiato/tagliato che lo avvicinerei anch'io ad un queleti, per colore dei pori, base del gambo, portamento, ecc......... :? :D

:bye: Matte

P.S. certo è che ad averli in mano sarebbe tutta un'altra cosa! ;)

Giuliano Campus
Messaggi: 29
Iscritto il: ven 7 dic 2007, 20:45
Cognome: Campus
Nome: Giuliano
Provenienza: Quartu Sant'Elena
Località: Quartu Sant'Elena

Messaggio da Giuliano Campus » mar 3 giu 2008, 22:02

Stinkhorn ha scritto:Ciao giuliano, io mi sono fatto un'idea diversa... :D
il primo da sinistra è quello di cui hai mostrato il gambo? io credo di si poichè quel basidioma per me è un erythropus tipico....
Diverso invece è quello sdraiato/tagliato che lo avvicinerei anch'io ad un queleti, per colore dei pori, base del gambo, portamento, ecc......... :? :D

:bye: Matte

P.S. certo è che ad averli in mano sarebbe tutta un'altra cosa! ;)
penso che la foto si riferisca prprio al boleto di sinistra...ma haimé non sono possibili altre indagini macroscopiche...finiti in padella (molto buoni)... :P cmq un ringraziamento a tutti gli intervenuti :)
p.s. nel dubbio che ci sia un "misto" sarà opportuno cambiare il titolo al post magari con "primi boleti della stagione...." ;) ovvero cancellare il l'intervento!!!
Grazie Giuliano

mykol
Senior
Messaggi: 9126
Iscritto il: dom 3 giu 2007, 23:15
Cognome: Baiano
Nome: Giorgio
Provenienza: Italia

Messaggio da mykol » mer 4 giu 2008, 1:46

ma B. queletii e B. erytropus hanno lo stesso habitat ?
Qui da noi il primo cresce in boschi termofili mentre il secondo cresce piuttosto in montagna od in pianura, ad esempio in boschi lungo il fiume Sesia.

Inoltre pensavo che B. erytropus fosse un fungo più nordico, od almeno di zone più fredde.

fabiophorus
Senior
Messaggi: 3625
Iscritto il: ven 11 mag 2007, 21:44
Cognome: Aste
Nome: Fabio
Provenienza: Ferrania (SV)
Località: Ceppone Formicaio

Messaggio da fabiophorus » mer 4 giu 2008, 7:44

Ciao!
dalle mie parti, nel savonese, erythropus mi capita di incontrarlo in tutti gli ambienti a latifoglie: dalla macchia, ai castagneti, querceti, ai misti di latifoglie con prevalenza di faggio;
queletii direi che è più raro, ma mi è capitato di incontralo, abbastanza frequentemente, nei medesimi habitat di erythropus...

con amicizia,
fabio :)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 30 ospiti