Tulostoma kotlabae Pouzar (Tulostoma sp)

Geastraceae, Lycoperdaceae, Hynebogastraceae, Nidulariaceae, Phallaceae, Sclerodermataceae
Rispondi
Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4851
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Tulostoma kotlabae Pouzar (Tulostoma sp)

Messaggio da Artù » mar 4 set 2007, 9:39

Avevo pensato di etichettarlo come brumale... ma c'è più di qualcosa chje non mi convince.
ritrovato sotto cipresso
ecco le foto
Allegati
Tulostoma_sp8-(6).jpg

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4851
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Re: Tulostoma kotlabae Pouzar (Tulostoma sp)

Messaggio da Artù » mar 4 set 2007, 9:40

in vicinanza c'è anche un leccio 6-7 metri
Allegati
Tulostoma_sp8-(7).jpg

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4851
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Re: Tulostoma kotlabae Pouzar (Tulostoma sp)

Messaggio da Artù » mar 4 set 2007, 9:41

sicuramente non c'era traccia ti tappeto di muschio
Allegati
tulostoma496-(1).jpg

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4851
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Re: Tulostoma kotlabae Pouzar (Tulostoma sp)

Messaggio da Artù » mar 4 set 2007, 9:41

la silouette
Allegati
Tulostoma_sp8-(1).jpg

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4851
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Re: Tulostoma kotlabae Pouzar (Tulostoma sp)

Messaggio da Artù » mar 4 set 2007, 9:42

lo stoma
Allegati
Tulostoma_sp8-(11).jpg

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4851
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Re: Tulostoma kotlabae Pouzar (Tulostoma sp)

Messaggio da Artù » mar 4 set 2007, 9:43

micro dell'endoperidio
Allegati
Tulostoma_sp_93-(14).jpg

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4851
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Re: Tulostoma kotlabae Pouzar (Tulostoma sp)

Messaggio da Artù » mar 4 set 2007, 9:43

del capillizio
Allegati
Tulostoma_sp_93(4).jpg

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4851
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Re: Tulostoma kotlabae Pouzar (Tulostoma sp)

Messaggio da Artù » mar 4 set 2007, 9:44

si vedono meglio i setti
Allegati
Tulostoma_sp_93-(4).jpg

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4851
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Re: Tulostoma kotlabae Pouzar (Tulostoma sp)

Messaggio da Artù » mar 4 set 2007, 9:45

decorazione sporale
Allegati
Tulostoma_sp_93-(9).jpg

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4851
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Re: Tulostoma kotlabae Pouzar (Tulostoma sp)

Messaggio da Artù » mar 4 set 2007, 9:49

spore isolate (unica foto accettabile)

le dimensioni:

5,5 [5,8 ; 6] 6,4 x 4,9 [5,2 ; 5,5] 5,8
Q = 1 [1,09 ; 1,14] 1,2 ; N = 25 ; C = 68%
Me = 5,9 x 5,3 ; Qe = 1,11

che ne pensate?
Allegati
Tulostoma_sp_93-(2).jpg

carlo
Senior
Messaggi: 5100
Iscritto il: gio 7 giu 2007, 19:37
Cognome: Agnello
Nome: Carlo
Provenienza: Mesagne
Località: Mesagne

Re: Tulostoma kotlabae Pouzar (Tulostoma sp)

Messaggio da carlo » mar 4 set 2007, 12:11

In effetti ha ben poco del T. brumale che normalmente troviamo sui tappeti muschiosi (habitat identico ad Arrhenia spathulata) o addirittura sulle dune. Personalmente ritrovo una specie molto simile in terreni sabbiosi ricoperti di aghi di Pinus halepensis ( o bruttia s.aa.) e che ho sempre determinato come Tulostoma squamosum. La microscopia sembra coincidere...Il gambo quanto era lungo tirato fuori dal terreno ?
Allego foto in habitat di Tulostoma brumale. Saluti
Allegati
Tulostoma brumale.jpg

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4851
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Re: Tulostoma kotlabae Pouzar (Tulostoma sp)

Messaggio da Artù » mar 4 set 2007, 14:47

Grazie Carlo, sono esemplari con gambo lungo fino a 3 cm.
In realtà un'idea ce l'ho: pensavo a Tulostoma nanum (Tulostoma kotlabae) ma dovrebbe essere una specie tipicamente ammophila.
ciao

carlo
Senior
Messaggi: 5100
Iscritto il: gio 7 giu 2007, 19:37
Cognome: Agnello
Nome: Carlo
Provenienza: Mesagne
Località: Mesagne

Re: Tulostoma kotlabae Pouzar (Tulostoma sp)

Messaggio da carlo » mar 4 set 2007, 15:16

Continua approfondendo la specie che reputi essere quella giusta, Tulostoma kotlabae, perchè sai meglio di me che è molto difficile da noi stabilire una specie in base alle tendenze ammophile. Il terreno sabbioso è presente praticamente ovunque... :)

Pino
Novizio Esperto
Messaggi: 1260
Iscritto il: gio 8 feb 2007, 16:17
Cognome: Costiniti
Nome: Giuseppe
Provenienza: Padova
Località: Padova
Contatta:

Re: Tulostoma kotlabae Pouzar (Tulostoma sp)

Messaggio da Pino » mar 4 set 2007, 15:45

Comunque che non è T. brumale lo si vede dalla microscopia, vedi la scheda che ho postato io

carlo
Senior
Messaggi: 5100
Iscritto il: gio 7 giu 2007, 19:37
Cognome: Agnello
Nome: Carlo
Provenienza: Mesagne
Località: Mesagne

Re: Tulostoma kotlabae Pouzar (Tulostoma sp)

Messaggio da carlo » mar 4 set 2007, 16:30

Non sapevo dell'esistenza di una scheda di T. brumale ed incuriosito sono andato a cercarla. Devo complimentarmi perchè sono messi perfettamente in evidenza i giunti dalla tipica forma a staffa di sella.
P.S. Pino non ho mai avuto occasione di studiare L. quieticolor pertanto se ne avanza un pezzettino piccolo, piccolo vorrei partecipare alla mensa. Grazie. :)

Pino
Novizio Esperto
Messaggi: 1260
Iscritto il: gio 8 feb 2007, 16:17
Cognome: Costiniti
Nome: Giuseppe
Provenienza: Padova
Località: Padova
Contatta:

Re: Tulostoma kotlabae Pouzar (Tulostoma sp)

Messaggio da Pino » mar 4 set 2007, 17:22

carlo ha scritto:Non sapevo dell'esistenza di una scheda di T. brumale ed incuriosito sono andato a cercarla. Devo complimentarmi perchè sono messi perfettamente in evidenza i giunti dalla tipica forma a staffa di sella.
P.S. Pino non ho mai avuto occasione di studiare L. quieticolor pertanto se ne avanza un pezzettino piccolo, piccolo vorrei partecipare alla mensa. Grazie. :)
Ne parliamo domani.

A presto ;)

franco
Messaggi: 39
Iscritto il: mar 11 set 2007, 11:00
Cognome: Bersan
Nome: Franco
Provenienza: Trieste
Località: da Pantelleria a Brunico sfd

Re: Tulostoma kotlabae Pouzar (Tulostoma sp)

Messaggio da franco » mer 12 set 2007, 9:53

Ciao a tutti, spero di non irritare nessuno...

Il peristoma sembra cerchiato di bianco, quindi T.squamosum oppure T.bresadolae

non ho sottomano la monografia del Petri, se qualcuno di voi ce l'ha, potrebbe verificare subito

a presto

franco

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4851
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Re: Tulostoma kotlabae Pouzar (Tulostoma sp)

Messaggio da Artù » mer 12 set 2007, 10:26

Mi irrita solo il peperoncino ma quello davvero buono :P
Ho usato solo il Sarasini non avendo a disposizione (purtroppo) altra bibliografia. Mi piacerebbe approfondire :)

Artù
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 4851
Iscritto il: mer 21 mar 2007, 9:20
Cognome: Baglivo
Nome: Arturo
Provenienza: Lecce
Località: Lecce

Re: Tulostoma kotlabae Pouzar (Tulostoma sp)

Messaggio da Artù » mer 12 set 2007, 14:14

Pur non essendo riuscito a trovare la monografia di Petri ho riletto accuratamente il capitolo di Sarasini:
Tulostoma squamosus (prevalente) viene sinonimizzato con
Tulostoma barlae Quel. 1880
Tulostoma verrucosum Morgan 1890
Tulostoma mussooriense Henn 1901
Tulostoma bresadolae Petri 1904

alcune annotazioni
1) una caratteristica macroscopica che non ho riscontrato negli esemplari raccolti e cioè un gambo di aspetto legnoso, con evidenti decorticazioni in gruppi di fibre staccate, ritorte e arricciate come trucioli di legno di colore bruno scuro, castano-rossastro più sottili all'apice (Sarasini 2005), dalle foto della mia raccolta si vede come il gambo sia decisamente regolare
2) Spore dell squamosus descritte come fortemente aculeate verrucose mentre nella mia raccolta spesso si notano delle brevi creste
3) Il capillizio presenta poche ramificazioni e pareti spesse e sin qui ci saremmo ma la presenza di setti a staffa e a t è decisamente a vantaggio (unitamente al resto delle mie osservazioni) di kotlabae = nanum

Stona l'area peristomale più chiara ... Leggendo però la descrizione trovata di nanum (sinonimizzato da Calonge nel 1998 con kotlabae) potrebbe starci nettamente..

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti