Chlorophyllum Massee. genus

Notizie di ritrovamenti di funghi nei nostri areali di ricerca e specie interessanti
Rispondi
Guglielmo Vacirca
Messaggi: 6
Iscritto il: dom 27 dic 2020, 22:07
Cognome: Guglielmo
Nome: Vacirca
Provenienza: Rivoli (TO)

Chlorophyllum Massee. genus

Messaggio da Guglielmo Vacirca » sab 30 gen 2021, 23:09

Chlorophyllum Massee.
Agaricaceae
Torino (TO), 200 m, giu 2020
Foto di Guglielmo Vacirca

Di questo fungo mi colpì lo sviluppo in un'aiuola spartitraffico urbana inospitale, arida, inquinata e dura. Ai piedi di un platano.
Da ciò che leggo qui https://actaforum.actafungorum.org/view ... lum#p84374 , dato l'habitat, potrebbe essere Chlorophyllum brunneum.
Sempre gradita una conferma o una correzione.
Allegati
20200622_080940_reg.JPG
20200622_080940_reg.JPG (121.17 KiB) Visto 620 volte
20200622_080928_reg.JPG
20200622_080928_reg.JPG (136.16 KiB) Visto 620 volte

mfilippa
Senior
Messaggi: 5440
Iscritto il: ven 5 ott 2007, 19:23
Cognome: Filippa
Nome: Mario
Provenienza: Agliano Terme (AT)
Località: Agliano Terme (AT)

Re: Chlorophyllum Massee. genus

Messaggio da mfilippa » dom 7 feb 2021, 11:53

Se io non vedessi le lamelle bianche direi Agaricus iodosmus = Agaricus pilatianus, altra specie tipica dell'ambiente descritto.
L'anello è il suo, e anche le macchie gialle alla base del gambo, dove si sono rotte le rizomorfe alla raccolta, denunciano l'appartenenza a quel gruppo di specie.
Le lamelle nel giovanissimo partono bianche, anche se in genere all'apertura del cappello un po' di colore ce l'hanno già. Però il Chlorophyllum dovrebbe avere, a quello stadio di sviluppo, un bulbo molto più grande e un gambo più lungo rispetto al cappello.
Magari tieni d'occhio l'auiola, in tarda primavere si ripresenterà e vedremo altri esemplari.
:bye:

Guglielmo Vacirca
Messaggi: 6
Iscritto il: dom 27 dic 2020, 22:07
Cognome: Guglielmo
Nome: Vacirca
Provenienza: Rivoli (TO)

Re: Chlorophyllum Massee. genus

Messaggio da Guglielmo Vacirca » dom 21 feb 2021, 20:35

Grazie! E mi scuso di ringraziare a 2 settimane di distanza.
Benissimo. Mi segno di tornare a quelle ife (tanto ho la posizione esatta) per vedere e documentare meglio che "funghi" producono.
A risentirci su questa osservazione e grazie ancora.
Guglielmo

Rispondi