Pagina 1 di 1

Vecchia calvatia?

Inviato: sab 6 ott 2018, 10:06
da esakki
Sotto tiglio, questi vecchissimi esemplari dall' aspetto grezzo con superficie molto crepata e polvere sporale marrone chiaro; 10/15 cm diametro 15/20 di altezza.
Non ne ho trovati di piu' giovani.
Potrebbero essere Calvatia utriformis ? (anche se da giovani hanno la superficie meno fessurata, piu' liscia)
:bye:
cal0.jpg
cal0.jpg (178.88 KiB) Visto 2659 volte
cal1.jpg
cal1.jpg (174.89 KiB) Visto 2659 volte

Re: Vecchia calvatia?

Inviato: sab 6 ott 2018, 10:09
da esakki
cal12.jpg
cal12.jpg (145.84 KiB) Visto 2658 volte
cal2.jpg
cal2.jpg (195.79 KiB) Visto 2658 volte

Re: Vecchia calvatia?

Inviato: sab 6 ott 2018, 10:17
da Stagioni Gigi
sarei propenso a pensare a :Pisolithus arhizus (Scop. : Pers.) Rauschert 1959

Re: Vecchia calvatia?

Inviato: sab 6 ott 2018, 10:51
da esakki
Si potrebbe essere, anche se qua (dintorni di Novara) sarebbe la prima volta che l'incontro.
Di solito li trovo in Toscana, in pineta su terreno molto piu' arido.
Peccato non avere fatto una sezione e verificato il piede se era giallastro ...
:bye:

Re: Vecchia calvatia?

Inviato: dom 7 ott 2018, 14:43
da mykol
è quasi di certo Pisolithus arhizus, qui in Monferrato si trova non comune, mentre nelle Langhe (più o meno nella zona tra Alba e Savona) pur non essendo comunissimo è assai più frequente. Certo che una sezione longitudinale toglierebbe ogni dubbio !

P. S. Perché almeno chi frequenta abitualmente il forum non si attiene alle vecchie buone regole fondamentali, come fare le sezioni, magari qualche reazione quando è il caso, ecc., ecc., ecc., eccccccccccccccccccc.......... ?

Re: Vecchia calvatia?

Inviato: dom 7 ott 2018, 21:04
da muscario
Ciao a tutti
Anche a mio parere si tratta di Pisolithus.
E' un fungo che si reperisce ormai facilmente a Novara e dintorni, spesso anche nelle aiuole del centro.
Saluti

Re: Vecchia calvatia?

Inviato: lun 8 ott 2018, 8:57
da esakki
mykol ha scritto:
dom 7 ott 2018, 14:43
è quasi di certo Pisolithus arhizus, qui in Monferrato si trova non comune, mentre nelle Langhe (più o meno nella zona tra Alba e Savona) pur non essendo comunissimo è assai più frequente. Certo che una sezione longitudinale toglierebbe ogni dubbio !

P. S. Perché almeno chi frequenta abitualmente il forum non si attiene alle vecchie buone regole fondamentali, come fare le sezioni, magari qualche reazione quando è il caso, ecc., ecc., ecc., eccccccccccccccccccc.......... ?
Una risposta al ps potrebbe essere che non sempre si fanno questi incontri mentre si va dichiaratamente a funghi.
A volte, molte, puo' capitare di farlo casualmente con tutto quello che ne deriva (mancanza di attrezzatura, di tempo, luoghi "strani", pericolosi, molto frequentati,...).
Rimane la curiosita'... : bisogna farsi violenza e cercare di annientarla ?
Quanto meno si viene a conoscenza da piu' fonti di informazioni fino a prima ignorate (vedi la diffusione della specie).

Ciao, :bye:

Re: Vecchia calvatia?

Inviato: mar 9 ott 2018, 23:18
da mykol
capisco, però rimane il fatto che senza le informazioni essenziali le foto rimangono quasi sempre fini a se stesse e non consentono di arrivare ad una conclusione certa.

D'altronde fare (in questo caso) una sezione non ci voleva tanto ...

Re: Vecchia calvatia?

Inviato: sab 13 ott 2018, 8:16
da esakki
... Si, magari con il laser.
Comunque viene sottovaluta quella che e' stata in un certo senso in questi ultimi tempi una rivoluzione in questo campo: la facile possibilita' di ottenere le foto degli esemplari da indagare.
Se ben fatte e dettagliate possono portare con buona approssimazione se non all'identificazione dei soggetti a restringere il campo delle conclusioni.
Prima esistevano solo le descrizioni soggettive, molto spesso contradditorie, che non sempre coglievano i particolari distintivi e immutabili di una specie.
Per la certezza assoluta rimangono poi le dettagliate analisi di laboratorio che richiedono tempo e attrezzature adeguate...

Ciao, :bye: