Phaeolus schweinitzii?

Aiuto alla determinazione dei Funghi
Rispondi
Gabriella Martino
Messaggi: 36
Iscritto il: mer 22 set 2021, 8:07
Cognome: Martino
Nome: Gabriella
Provenienza: Pavia
Località: Pavia
Contatta:

Phaeolus schweinitzii?

Messaggio da Gabriella Martino »

Parco di Paneveggio, sentiero Marciò, Predazzo, (TN), 1600 mt
Ho trovato un meraviglioso Poliporo. Emergeva dal legno di una traversina sul sentiero, appoggiato per gran parte sulla ghiaia
Colori bellissimi dal chiaro sul bordo, al marrone terra bruciata, al rosso bordeaux violaceo, vellutato alla vista, ma coriaceo al tatto.
Come si vede nelle foto, presentava un paio di gocce di un essudato limpido rossiccio.
Allegati
poliporo 20210926_Carezza-3148 copia.jpg
poliporo 20210926_Carezza-3148 copia.jpg (171.84 KiB) Visto 114 volte
poliporo_Carezza-3142.jpg
poliporo_Carezza-3142.jpg (168.32 KiB) Visto 114 volte
mfilippa
Senior
Messaggi: 5449
Iscritto il: ven 5 ott 2007, 19:23
Cognome: Filippa
Nome: Mario
Provenienza: Agliano Terme (AT)
Località: Agliano Terme (AT)

Re: Phaeolus schweinitzii?

Messaggio da mfilippa »

Ciao Gabriella,
nelle foto cerca di comprendere anche la parte "sotto" (imenoforo).
Io penserei anche a Heterobasidion annosum ma occorre l'opinione di qualcuno più abituato ai funghi di conifere.
:bye:
Gabriella Martino
Messaggi: 36
Iscritto il: mer 22 set 2021, 8:07
Cognome: Martino
Nome: Gabriella
Provenienza: Pavia
Località: Pavia
Contatta:

Re: Phaeolus schweinitzii?

Messaggio da Gabriella Martino »

Ciao Mario, questo cresceva davvero attaccato in parte al legno, in parte al suolo. Mi spiaceva sollevarlo, e, ingenuamente, ho pensato che bastassero le caratteristiche morfologiche superficiali per identificarlo. E che potesse essere utile anche l’essudato rosso che stillava su un lato.
In un altro bosco, sempre di abete rosso, nei pressi del lago di Carezza, ne ho trovato altri due molto più piccoli, che mostrerò stasera qui sotto quando sarò al computer; adesso scrivo dall’ipad e poi andrò al lavoro.
Sono simili nella colorazione, e di quelli ho una foto, seppure in controluce, non bella, della parte inferiore, che ho cercato di scattare senza staccare il fungo dal legno.
Grazie mille, a dopo,
Gabriella Martino
Gabriella Martino
Messaggi: 36
Iscritto il: mer 22 set 2021, 8:07
Cognome: Martino
Nome: Gabriella
Provenienza: Pavia
Località: Pavia
Contatta:

Re: Phaeolus schweinitzii?

Messaggio da Gabriella Martino »

Ecco gli altri due esemplari più piccoli. In questo caso sono riuscita a fotografare la parte sottostante, anche se in forte controluce
Allegati
Poliporo 20210926_Carezza-3612.jpg
Poliporo 20210926_Carezza-3612.jpg (211.63 KiB) Visto 98 volte
Poliporo 20210926_Carezza-3613.jpg
Poliporo 20210926_Carezza-3613.jpg (101.06 KiB) Visto 98 volte
mfilippa
Senior
Messaggi: 5449
Iscritto il: ven 5 ott 2007, 19:23
Cognome: Filippa
Nome: Mario
Provenienza: Agliano Terme (AT)
Località: Agliano Terme (AT)

Re: Phaeolus schweinitzii?

Messaggio da mfilippa »

Nella seconda raccolta si tratta di Gloeophyllum abietinum o Gloeophyllum sepiarium.
Ma non v'è certezza che siano uguali a quelli delle prime foto...
ho cercato di scattare senza staccare il fungo dal legno
Se non si fotografano bene tutti i caratteri essenziali, e "di sotto" ce ne sono molti, è spesso impossibile determinare i funghi. Se ne stacchi uno e lo giri non succede proprio nulla! ;)
:bye:
Gabriella Martino
Messaggi: 36
Iscritto il: mer 22 set 2021, 8:07
Cognome: Martino
Nome: Gabriella
Provenienza: Pavia
Località: Pavia
Contatta:

Re: Phaeolus schweinitzii?

Messaggio da Gabriella Martino »

Grazie Mario, gentilissimo!
Hai ragione, se ne porto via un pezzetto non succede granchè, ma è più forte di me, cerco di evitare qualsiasi danno all’equilibrio ambientale, forse deformazione professionale 😀.
Però è vero che bisogna uscire dall’ambiguità se si desiderano i dettagli per approfondire la conoscenza.
Per il primo postato qui, quello grande, ho poi trovato una pessima immagine della parte sottostante, non a fuoco, perchè scattata alla cieca posizionando la macchina fotografica a terra, dato che il fungo era aderente al suolo. Però è sufficiente per capire che i due reperti non appartengono alla stessa specie
Allegati
9452AB14-7C80-4F3A-BF16-4E173AD89388.jpeg
9452AB14-7C80-4F3A-BF16-4E173AD89388.jpeg (179.88 KiB) Visto 79 volte
muscario
Novizio
Messaggi: 569
Iscritto il: mar 24 giu 2008, 17:31
Cognome: Bolognini
Nome: Daniele
Provenienza: Italia

Re: Phaeolus schweinitzii?

Messaggio da muscario »

Come ha giustamente detto Mario, è spesso molto difficile determinare un fungo sulla base di immagini che evidenziano poche o pochissime caratteristiche.
Per una determinazione, in generale, servono quasi sempre anche:
- consistenza, colore, odore e sapore della carne, eventuali viraggi .........;
- presenza o meno di lattice, relativo colore ed eventuali viraggi;
- reazioni chimiche ........;
- indagine microscopica;
- dettagliate indicazioni sull'habitat di crescita;
ecc....
Nel tuo caso, però, fornendo indicazioni sul tipo di legno e sulla presenza di goccioline di essudato, mi porti ad ipotizzare Ischnoderma benzoinum.
Buona serata
Daniele
Gabriella Martino
Messaggi: 36
Iscritto il: mer 22 set 2021, 8:07
Cognome: Martino
Nome: Gabriella
Provenienza: Pavia
Località: Pavia
Contatta:

Re: Phaeolus schweinitzii?

Messaggio da Gabriella Martino »

Daniele, grazie mille!
Capisco il tuo rilievo, sono nuova della classificazione dei funghi, e ho realizzato quanto sia complessa l’attribuzione ad una specie.
Terrò conto, certamente, di tutto quello che hai detto!
Rispondi